Fatturazione elettronica PA: come funziona il sistema di interscambio

   
Fatturazione elettronica PA: come funziona il sistema di interscambio

Il Sistema di Interscambio (detto brevemente anche SdI) è un sistema informatico dotato di varie funzioni, ed è gestito dall'Agenzia delle Entrate.

Esso permette:

  • la ricezione delle fatture sottoforma di file che hanno le stesse caratteristiche della fattura PA;

  • di fare dei controlli sui file che si ricevono;

  • di inoltrare alle Amministrazioni le fatture necessarie.

Attraverso il SdI le fatture si possono inviare alla piattaforma con:

  • Posta Elettronica Certificata (PEC);

  • procedura tramite internet o App;

  • un sistema di trasmissione dei dati tra terminali remoti (Ftp)

  • facendo un accredito in precedenza con il Sistema di Interscambio, mediante l'applicazione web service.

Sistema di Interscambio, come funziona

  • Se la fattura elettronica ha superato i controlli del Sistema di Interscambio riguardo ai dati obbligatori che deve contenere per legge, la fattura elettronica sarà inviata al destinatario entro cinque giorni e il Sistema invierà un'apposita fattura di consegna e quindi la fattura si considera emessa;

  • Se la fattura elettronica è emessa verso un contribuente nel regime forfettario o nel regime dei minimi, il SdI fornisce la possibilità di indicare nel campo “Codice Destinatario” un codice convenzionale;

  • Coloro che sono obbligati ad emettere le fatture elettroniche che utilizzano il SdI dell'Agenzia delle Entrate, possono conservare gratuitamente le fatture elettroniche online;

  • Dal primo luglio 2018, il Sistema di Interscambio ha anche un sistema di ricerca, consultazione e acquisizione dell'emissione e ricezione delle fatture elettroniche.

Iscriviti alla newsletter
Articoli più letti