Fatturazione Elettonica Le domande frequenti

La fattura elettronica indica, in Italia, una fattura in formato digitale.

Venne introdotta per la prima volta nel 2008 con la legge finanziaria presente nelle linee guide della comunità europea che spingeva gli stati membri a definire una metodologia diversa dal cartaceo e di più facile controllo per l’emissione delle fatture.

Dallo scorso giugno 2014 è obbligatorio presentare la fatturazione elettronica tra gli enti della Pubblica Amministrazione Italiana

La Fattura Elettronica consiste in un file xml formattato secondo le direttive definite da Sogei in modo tale da poter essere interpretato da un calcolatore, viene vidimata e autenticata da un ente certificatore attraverso un complesso procedimento che prevede l’inclusione della firma digitale e la casella di posta elettronica certificata per certificare l’autenticità della Fattura Elettronica.

Il contenuto della Fattura Elettronica deve rispettare alcune caratteristiche:

  • Immutabile nel tempo;
  • Non alterabile;
  • attestare la data di emissione esatta;
  • Garantire l’autenticità dell’emissione;
  • Integrità del contenuto;

Di fatturazione elettronica (o quando meno di una metodologia alternativa alla classica fattura cartacea) se ne parla da 10 anni, ovvero dal 2008.

Sono stati definiti degli step in modo da rendere graduale il passaggio al nuovo metodo di fatturazione.

Nel 2014 si è dovuta adeguare alla fatturazione elettronica l’intera PA Italiana che ne ha avuto l’obbligo d’utilizzo dal 31 marzo 2015.

La Fatturazione Elettronica diventa facoltativa tra privati dal 1 Gennaio 2017.

Ed infine il passaggio ultimo alla nuova tipologia di fatturazione per tutti è obbligatoria dal 1 gennaio 2019, termine ultimo dopo il quale la fattura cartacea non avrà più validità e scatteranno le sanzioni per chi non emettrà la Fattura Elettronica.

L’obbligo della fatturazione elettronica scatta per tutti i privati a partire dal 1 gennaio 2019. Chiunque aziende, liberi professionisti o persone fisiche dotate di partiva IVA sono obbligati ad emettere la e-fattura.

Vengono esonerati dalla produzione della Fattura Elettronica i seguenti soggetti:

  • Gli agricoltori inclusi nel regime speciale (art. 34, comma 6 del Dpr 633/72)
  • Le imprese che operano o effettuano cessazione di servizi nei confronti dei non residenti sul territorio italiano (comunitari ed extracomunitari CE)
  • i contribuenti inclusi nel regime forfettario di cui all’art. 1 comma 54-89 della L. 190/2014
  • i contribuenti nel regime di vantaggio di cui all’art. 27 comma 1 e 2del DL 98/2011
  • Le ASD, Associazioni Sportive Dilettantistiche con entrate minori di 65.000 € /anno
  • I medici e i farmacisti poiché già obbligati a trasmettere i dati al sistema TS (Tessera Sanitaria)

Dal 1 gennaio 2019 verrà abolito il cosiddetto spesometro, quindi non sarà più necessaria la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute.

Lo spesometro rimarrà comunque uno strumento utilizzato per la gestione delle fatture estere, che dovranno essere registrate mensilmente.

Dal 1° luglio 2018 per il mercato dei carburanti si ha l’obbligo di utilizzare la fatturazione elettronica, con l’obbligo della comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate dei corrispettivi giornalieri, rimozione della cosiddetta scheda carburanti. e le La transazione per quest’ultima categoria deve avvenire esclusivamente con mezzi di pagamento tracciabili quindi carte di credito, carte di debito o prepagate.

Per chi utilizza la Fatturazione Elettronica sono previsti alcuni vantaggi, l’Agenzia delle Entrate metterà infatti a disposizione degli utenti che usano la e-fattura:

  • le informazioni per la liquidazione periodica dell’IVA
  • le dichiarazioni precompilate annuali di IVA e Redditi
  • le anteprime “facilitate” con i campi pre-inseriti dei modelli F24
  • l’abolizione dell’obbligo di mantenere aggiornati i registri IVA come da Dpr 633/72 artt. 23/25
  • per chi accetta la tracciabilità anche degli importi inferiori ai 500 € saranno ridotti i tempi di accertamento a due anni.

Per quanto riguarda i costi della fatturazione elettronica riportiamo una tabella con una media dei costi richiesti da un professionista per la generazione della e-fattura:

Onorario fattura elettronica commercialisti prezzo/costi
Fattura elettronica fai da te da 1 a 2 euro
Fattura elettronica singola commercialista da 2 a 4 euro
Pacchetto n. 5 fatture elettroniche da 18 a 20 euro
Pacchetto n. 10 fatture elettroniche da 30 a 35 euro
Pacchetto n. 25 fatture da 40 a 50 euro
Pacchetto n. 50 fatture da 60 a 70 euro
Pacchetto 100 fatture elettroniche costo: da 100 a 130 euro

Con Serviziofiscale.it potrai avere la fatturazione elettronica a partire da 29 € + IVA/ anno senza limiti nella quantità di fatture gestite

Scopri i dettagli vai alla

Fatturazione Elettronica